Via di Poggio e Piazza della Cittadella

Il centro storico di Lucca ha tanti volti, alcuni grandiosi, altri frenetici di vita. Ma c’è una Lucca più nascosta, quella delle vie e delle piazze meno frequentate e proprio per questo più accoglienti e suggestive. La Lucca che incontriamo fra Corte San Lorenzo, via di Poggio e Piazza Cittadella, una Lucca che trabocca di storia e che conserva ancora l’atmosfera accogliente e intima di un tempo.

Un po’ di storia

L’immagine di Lucca nel mondo è indissolubilmente legata al compositore Giacomo Puccini. Chi visita la città, quindi, non può fare a meno di passare da Corte San Lorenzo, dove il Maestro nacque il 22 dicembre 1858, dove visse la sua giovinezza e dove mosse i primi, cruciali passi nel mondo della musica.

Puccini conservò sempre un profondo attaccamento verso la casa natale tanto da acquistarla dal cognato, che nel frattempo ne era divenuto il proprietario, per lasciarla poi ai suoi eredi i quali la doneranno, negli anni ‘70, al Comune di Lucca che ne farà un museo.

Alla casa natale di Puccini si arriva percorrendo via Di Poggio, che deve il nome all’omonima famiglia, una delle più potenti nella Lucca medievale. I suoi membri furono vescovi e cardinali, vicari e gonfalonieri, un Di Poggio fu il comandante dei crociati lucchesi durante le spedizioni in Terrasanta. Schierati col partito ghibellino, i Di Poggio sostennero Castruccio Castracani e l’imperatore Ludovico il Bavaro, e videro crescere il loro potere a tal punto da sfidare, nel 1522, le altre famiglie patrizie lucchesi in quella che è passata alla storia come la ‘rivolta dei Poggi’. Ma proprio quell’episodio segnò la fine dell’egemonia della famiglia. I Di Poggio furono infatti sconfitti, molti dei suoi membri vennero esiliati e quelli cui fu consentito di rimanere in città poterono farlo a patto di cambiare nome alla casata che infatti si chiamò ‘Saggina’. Anche Piazza di Poggio, attigua all’omonima via, dovette cambiare nome, venne infatti denominata ‘piazza del Grano’ e successivamente piazza Cittadella. I Cittadella erano una famiglia ricca e potente quasi quanto i Di Poggio, tuttavia si dimostrarono più accorti. Il capostipite Jacopo, comandante della Cittadella (da cui il nome del casato) che Paolo Guinigi aveva creato a propria difesa, pensò bene di passare dalla parte della Repubblica di Lucca che, alla caduta del Guinigi nel 1430, lo ricompensò lautamente. I Cittadella saranno da allora una famiglia influente fino all’estinzione del casato, avvenuta nel 1896.

Le attività commerciali

La zona compresa fra via Di Poggio e Piazza Cittadella è sempre stata ricca di attività commerciali e oggi annovera alcuni marchi ‘storici’.


Il primo di questi è la Gelateria santini, inaugurata nel lontano 1916 e che vanta ben quattro generazioni di maestri gelatieri che si tramandano di padre in figlio un’arte che ha reso Lucca celebre in tutto il mondo. Alla Gelateria Santini si possono trovare fino a ventotto gusti e oggi, come cento anni fa, la base di un gelato artigianale squisito restano il latte, le uova e lo zucchero, senza alcun colorante o additivo chimico. Gelateria Santini propone anche semifreddi, cassatine, pinguini, tiramisù, paciugo ed il ‘lucchesissimo’ Buccellato ripieno. Sono inoltre disponibili il gelato senza zucchero, quello senza latte e quello senza farine, per coloro che sono intolleranti a questi ingredienti. Certo, sono lontani i tempi in cui alla Gelateria Santini si faceva il gelato nel mortaio, con sale e ghiaccio, ma il fascino ed il sapore del gelato artigianale di una volta è ancora intatto.


Un’altra ‘istituzione’ è l’orologeria del picchia, fondata nel 1930 da Omero del Picchia e gestita oggi dal nipote Alessandro, che offre una vasta scelta di orologi nuovi e ricondizionati delle migliori mar- che. Il punto di forza dell’attività è però il laboratorio dove uno staff di artigiani specializzati è in grado di effettuare ripa- razioni e restauri di orologi da polso sia nuovi che antichi e di pendoleria. Il laboratorio dispone di torni di precisione, lavatrici automatiche e strumentazioni ad ultrasuoni, attrezzature all’avanguardia che unite alla professionalità e all’esperienza della famiglia Del Picchia e dei suoi collaboratori garantiscono la perfetta efficienza di qualsiasi orologio.


Per chi vuole coronare il sogno di una casa nel cuore di Lucca c’è l’agenzia nuova Viva, attiva sul mercato immobiliare da 30 anni e oggi diretta da Gabriella Biagioni. La storia di questa agenzia è legata a quella della più prestigiosa edili- zia lucchese, ad organizzarne la struttura e disegnarne il logo fu infatti l’architetto Menichetti, autore di alcuni degli edifici più innovativi presenti in Lucchesia. L’Agenzia, merito anche della sua trentennale esperienza nel mercato immobiliare, gestisce numerosi immobili di svariate tipologie, non solo nel comprensorio lucchese ma anche in quello della Versilia: prestigiose ville antiche e moderne, importanti cascinali sia ristrutturati che da ristrutturare, appartamenti in centro e in periferia, fondi commerciali sia in locazione che in vendita.


Al numero 13 di via di Poggio c’è l’Estetica Laura, una piccola bottega della bellezza che da più di vent’anni offre tutto ciò che serve per essere belle e in forma.

Da Estetica Laura si eseguono massaggi rilassanti ed antistress, manicure e pedicure, depilazione, solarium e tanti altri trattamenti estetici in uno spazio accogliente ed amichevole, con una suggestiva visuale sulla Piazza San Michele e la sua splendida chiesa. Estetica Laura dispone anche di attrezzature come la pressoterapia, efficace per contrastare la ritenzione idrica, l’elettrostimolazione per il rassodamento e la tonificazione dei muscoli e della pelle, l’elettrodepilazione definitiva.

 


Cibo per il corpo e per la mente

Per i buongustai, questo angolo di Lucca offre alcuni locali assolutamente da scoprire. Il primo è il ristorante puccini, che si trova davanti la casa del Maestro al nu- mero 1 di Corte S.Lorenzo, locale ideale per chi desidera gustare i piatti della tra- dizione Lucchese. Il menù propone tipici piatti di terra come farro, zuppe di verdure, tordelli, svariati tipi di pasta e carni. Per gli amanti del pesce non mancano raffinate ricette di mare preparate con pesce freschissimo e naturalmente ottimi dessert fra cui vale la pena segnalare il Buccellato lucchese tostato con crema e gocce di cioccolato, semplicemente squisito! Il ristorante Puccini è adatto anche per banchetti e ricevimenti, grazie alle ampie sale elegantemente arredate e ad un’atmosfera che renderà una giornata di festa ancora più indimenticabile.


Al numero 8 di Piazza Cittadella c’è l’osteria tosca, incantevole locale con giardino ubicato di fronte alla statua di Puccini che propone la migliore cucina casalinga lucchese accompagnata da ottimi vini. Da Tosca si possono gustare salumi e formaggi locali, primi e secondi piatti sia di carne che di pesce, grigliate cotte su pietra lavica, pasta e dolci fatti in casa. Il menù cambia periodicamente ed il rapporto qualità prezzo è decisamente conveniente. Inoltre, quando arriva la bella stagione, i tavoli all’aperto per- mettono di godere lo splendido scenario della piazza, particolarmente suggestivo soprattutto la sera.


Infine, affacciato su piazza Cittadella, c’è Il Mercatino di Walter e Lucia, negozio di gastronomia e prodotti tipici toscani che propone, fra tante squisitezze, anche i migliori oli e vini delle colline lucchesi. Il Mercatino di Walter e Lucia è un viaggio nella gastronomia più genuina, quella di una volta fatta di salumi artigianali, formaggi squisiti e pane casalingo cotto a legna. E se a pranzo oppure per uno spuntino si vuole mangiar bene senza spendere troppo, cosa c’è di meglio di un bel panino riempito con i migliori insaccati che la norcineria lucchese può offrire? Una particolarità: Walter e Lucia propongono anche una ricercatissima selezione di aceti balsamici di Modena, prodotti artigianalmente da alcune delle più antiche acetaie italiane.

Via Di Poggio ospita anche due delle più importanti istituzioni culturali lucchesi. La prima è la Casa Museo del Maestro Giacomo Puccini che attira ogni anno migliaia di visitatori, appassionati della musica immortale di uno dei più grandi compositori di tutti i tempi.

Nella casa museo di Giacomo Puccini, oggi di proprietà della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, si possono ammirare mobili originali (fra i quali spicca il pianoforte su cui venne composta l’opera Turandot), spartiti, costumi di scena, lettere, fotografie personali e numerosi altri cimeli. Ma soprattutto ci si può immergere nell’atmosfera suggestiva e intima che ispirò gli anni giovanili, quelli della formazione, del grande Maestro.

Punto di riferimento per tutti gli appassionati di cinema, il Cinema Centrale si distingue per la programmazione di particolare qualità. Una programmazione ulteriormente arricchita dall’attività del Circolo del Cinema, storica associazione culturale lucchese fondata nel lontano 1948 e oggi più attiva che mai. Il Circolo del Cinema pubblica un periodico trimestrale di informazione cinematografica ed organizza retrospettive, prime visioni ed incontri spesso alla presenza di importanti registi ed interpreti. Le proiezioni si svolgono il giovedì presso il Cinema Centrale mentre il lunedì si spostano nel complesso di San Micheletto. Per saperne di più sul programma di questa prestigiosa associazione è disponibile il sito internet www.circolocinemalucca.it.